Come le ciliege

Ci risiamo! Siamo appena usciti da una bella bronchite ed ecco riaffacciarsi ad un’altra patologia. Come le ciliege una malattia tira l’altra.

Ieri, domenica, la giornata è iniziata alle 6.40 con una bella vomitata di Edoardo a base di latte e parte della cena della sera prima.

Poi la giornata è filata più o meno liscia fino a quando abbiamo deciso di fare una passeggiata al parco. Edo scende dalla macchina e ci risiamo.

Come sempre avviene dopo che ci si è liberati sembra che non sia successo niente e tutto torna alla normalità. Ma al rientro a casa un’altra onda si abbatte stavolta sul pianerottolo.

Normalmente una persona quando ha la nausea, o comunque è imbarazzato, tende a non mangiare. Non Edoardo, che ieri sera continuava a guardarmi chiedendomi cibo. L’ho mandato a letto con una blanda minestrina che mi è stata riproposta alle 1.40 di questa mattina.

E poi alle 8.00 finalmente una bella diarrea per iniziare la giornata. Ovviamente è gastroenterite, provenienza nido?

2 commenti su “Come le ciliege”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.