“Spannolinare”

Panico : è quello che provo pensando soltanto a come affrontare l’abbandono del pannolino.

Ho cercato di documentarmi: internet di solito aiuta … ma su questo argomento c’è poco e comunque è sempre una questione di c…. in tutti i sensi. E’ come quando abbiamo svezzato, o cambiato letto a nostro figlio. A qualcuno tutto fila liscio ad altri no.
E allora vasino o riduttore, pannolini mutandina o completa libertà? Librino con la storia buffa da raccontargli o approccio diretto, del tipo: guarda cosa c’è in bagno?
Queste le domande che ultimamente mi affliggono, insieme ad una strana malinconia di quand’era piccolissimo.

8 commenti su ““Spannolinare””

  1. Confermo!
    Ci pensano loro… al massimo si bagnano un paio di volte e capiscono che la cosa non e’ … “piacevole”.

    Solo un paio di accorgimenti:
    1) appena dice “pipi'” hai circa 10” per correre in bagno, specialmente all’inizio si trattengono fino alla fine e hanno pochissima autonomia.
    PS: in genere la scena si ripete 2 minuti dopo essersi seduti a tavola 🙂

    2) attenzione a quando uscite!! In genere dicono che gli scappa quando: hai appena imboccato una galleria e/o strada senza possibilita’ di fermarti; sei per strada e non hai neanche un alberello sotto mano 🙂

    3) (eheh, non erano solo “un paio”)… COPRI IL DIVANO!!!! con della plastica, ad esempio.

    4) Per la notte ti consiglio di lasciargli il pannolino, almeno i primi tempi…

    Ciaoooooo

  2. Insomma la legge di Murphy vale anche per la pipì! Effettivamente mia madre mi ha sempre costretto a farla prima di uscire… sicuramente per non fermarsi in mezzo alla strada.
    Mi sembra un po’ ottimistico “il paio di volte e poi capiscono”… non vorrei che Edo amando tanto l’acqua pensasse che la pipì fosse una cosa divertente.
    Comunque grazie e baci alle bimbe. 😀

  3. Il primo giorno senza pannolino, Elisa ad un certo punto esclama tutta contenta…”Guarda Papa’… pipi’!!”, sguazzando con i piedini nel laghetto per terra!!
    Le ho detto(no rimprovero, eh!!): “no Elisa, guarda”, e l’ho portata al bagno: era tutta contenta perche’ faceva una cosa da grandi!
    Ovviamente era tardi, ma dopo c’ha preso gusto e ha capito…
    Ora vuole fare tutto da sola, non ti dico le scene 🙂

  4. Come ben sai noi siamo in pieni lavori in corso… semplicemente io gliel’ho tolto, a tutti e due, cercando di ricordarmi di somministrargli il vasino almeno una volta ogni due ore (tranne durante la notte e il riposino, lì pannolo). Sta andando abbastanza bene, si stanno abituando, poco fa Dani ha preso il vasino e ha prodotto da solo, sono soddisfazioni…
    Beh, gli incidenti capitano, ma è meglio di quanto pensassi. Dopotutto ho aspettato tre anni per qualcosa, ovvero per essere sicura che il momento fosse giunto e sfoderare tutta la determinazione possibile…

Rispondi