…e sono sette.

Un altro anno è passato. Lo so che queste pagine sono poco aggiornate: gli intensi momenti dei primi passi raccontati con minuzia di particolari lasciano il posto a brevi appunti. Man mano che si cresce sembra non si abbia più il tempo di fermarsi eppure di cose ce ne sarebbero. Tanti disegni, racconti, avventure. Ma forse è un po così per tutti i diari.

Insomma abbiamo compiuto 7 anni e come ogni anno abbiamo spento tante candeline: a scuola, dai nonni Palla, da nonna Bubù. Eggià perchè qualche giorno fa abbiamo perso nonno e non sono più nonni ma nonna anche se Edo dice che per lui c’è sempre. E pure per me.

17maggio13

La carrellata di torte non può mancare per festeggiare degnamente l’ometto di casa, che cresce e cambia ogni giorno. Quello sguardo dolce spesso si fa severo, qualche capriccio di troppo rispetto a quando era più piccolo, ma sempre la sua lucidità e dolcezza per affrontare gli ostacoli della vita.

Auguri piccoletto mio. Con amore mamma e papà.

2 pensieri su “…e sono sette.”

Rispondi